Scopri il racconto turistico di Terradamare. Tutti i week end: itinerari, passeggiate a Ballarò, panorami, visite ai monumenti di Palermo, tour scolastici, tramonti, degustazioni nelle cantine storiche, aperture straordinarie, gite in Sicilia e tanta altra bellezza

Gli affreschi di Palazzo Asmundo

Con gli affreschi di Palazzo Asmundo, risalenti al 1764, Gioacchino Martorana si conferma l’interprete preferito dello spirito di grandeur dell’alta società palermitana della prima metà del Settecento

affreschi palazzo asmundo palermo foto terradamare

La simbologia di detti affreschi inneggia alle doti del presidente di Giustizia Giuseppe Asmundo (che commissionò gli affreschi), definendo il linguaggio pittorico dell’artista aperto felicemente alle influenze del decorativismo Rococò.
Il professore Antonio Martorana, guiderà gli intervenuti in questo percorso teso a definire la “cifra” del linguaggio pittorico dell’artista palermitano.

affreschi palazzo asmundo palermo foto terradamare

 

Affreschi e decorazioni

L’aristocrazia palermitana nel XVIII secolo si concedeva una concorrenziale ostentazione di lusso che rasentava l\\\’esibizione. Se da un lato la vita sociale si esprimeva attraverso feste, galanterie e sfarzi, il contesto architettonico e decorativo in cui ciò avveniva non poteva non tradursi in forme estetiche ridondanti e di ampio respiro, concretizzandosi soprattutto in due forme di notevole duttilità materico-plastica, da un lato, e cromatico-spaziale dall\\\’altro, come lo stucco e l\’affresco. E’ in questo contesto che nel 1764 il Presidente di Giustizia Giuseppe Asmundo, divenuto proprietario del Palazzo, fece affrescare i saloni del piano nobile dal noto artista Gioacchino Martorana molto richiesto dalla committenza del tempo e noto per aver affrescato anche Palazzo Comitini, Palazzo D’Orleans e Palazzo Reale.

Il pittore, ripropone gli schemi e le soluzioni cromatiche di una iconografia ampiamente adottata nei diversi palazzi in cui opera, e che adesso si arricchisce di nuove tematiche allegoriche con magniloquenti divinità pagane e figure allegoriche, talora riconducibili al ruolo sociale del marchese di Sessa e alla sua meritoria professione.

IL PROFESSORE ANTONIO MARTORANA storico e critico letterario, già Preside per circa un ventennio al i Liceo Classico “Giuseppe Garibaldi” di Palermo, Vicepresidente del Centro di Cultura Siciliana, Responsabile della sezione letteratura del Centro Internazionale di Studi sul Mito. Autore di numerose pubblicazioni di argomento storico, letterario, numismatico ed artistico, ha ricoperto, inoltre, numerosi incarichi per conto delle Istituzioni, centrale e periferiche, tra cui, nel 2007, un progetto in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi.

Palazzo Asmundo

Dimora principesca che conserva superbi affreschi realizzati da Gioacchino Martorana nel 1764: in essi osserviamo magnifiche allegorie che inneggiano alla giustizia terrena e divina, celebrando, così, il ruolo di presidente di giustizia del committente Giuseppe Asmundo.
Un unico complesso artistico, considerato una delle testimonianze più eloquenti del mondo aristocratico dei secoli passati: con le poliedriche collezioni di ceramiche siciliane, i mattoni di censo, le porcellane napoletane e francesi, i vasi, i ventagli, i ricami, la copiosa documentazione cartografica e numismatica, le carrozze e le portantine, leggiamo i segni eccezionali della cultura, della tradizione e dell’ identità siciliana.

 

LEGGI ANCHE:

CONTENUTI IN EVIDENZA

I NOSTRI EVENTI BEST SELLER

Translate »
0
    0
    Il tuo carrello
    Your cart is emptyReturn to Shop
    Torna in alto