Scopri il racconto turistico di Terradamare. Tutti i week end: itinerari, passeggiate a Ballarò, panorami, visite ai monumenti di Palermo, tour scolastici, tramonti, degustazioni nelle cantine storiche, aperture straordinarie, gite in Sicilia e tanta altra bellezza

Il Cidma, Centro internazionale di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia

Il Centro internazionale di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia,  viene fondato a Corleone nel 2000, con l’obiettivo di incoraggiare lo studio e la conoscenza del fenomeno mafioso, della lotta alla mafia, del Pool antimafia e delle sue figure di punta.

Il Cidma, Centro internazionale di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia
Il Cidma, Centro internazionale di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia. Foto V. Ligottino

Il C.I.D.M.A. si sviluppa nei due piani del Complesso Monumentale di San Ludovico, l’ex Orfanotrofio, e  si accede presso l’ingresso posizionato di fronte al Museo Civico. Qui si può ammirare l’edicola votiva raffigurante le Anime del Purgatorio. Risalente probabilmente al 1400 e racchiusa da una caratteristica inferriata
Il Museo Antimafia  si compone di quattro sale: la Stanza dei faldoni, la Stanza dei messaggi, la Stanza del dolore e la Sala Carlo Alberto Dalla Chiesa

La stanza dei faldoni
Qui sono conservati i documenti del cosiddetto “Maxiprocesso” con cui, nel 1986, furono incarcerati 475 mafiosi

La stanza dei messaggi
La sala custodisce le fotografie di Letizia Battaglia, collaboratrice del giornale “L’Ora”, da sempre in prima linea nella cronaca di eventi di mafia.

La stanza del dolore
Anche questo salone è ricco di immagini. Le rappresentazioni sono scatti di Letizia Battaglia e della figlia Shobha

La Sala Carlo Alberto Dalla Chiesa
In questa stanza, dedicata al generale dei carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia a Palermo il 3 settembre del 1982, si riconoscono i volti dei principali boss mafiosi: Totò Riina, Bernardo Provenzano, Leoluca Bagarella. A queste foto sono state affiancate quelle di tanti uomini che hanno combattuto la criminalità organizzata sfidando la sorte. Falcone e Borsellino erano parte integrante del pool antimafia che venne ideato dal giudice Antonino Caponnetto

Fonte: visitcorleone.net

LEGGI ANCHE:

CONTENUTI IN EVIDENZA

I NOSTRI EVENTI BEST SELLER

Translate »
0
    0
    Il tuo carrello
    Your cart is emptyReturn to Shop
    Torna in alto