13 e 14 maggio: Visite al Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale e dimostrazione di macchina Enigma

Visite al Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale e dimostrazione di macchina Enigma
13 maggio 2017: dalle 17 alle 20 | 14 maggio 2017 dalle alle 13 e dalle 16 alle 20

Ticket € 3, ingresso da Palazzo delle Aquile.
Non è necessario prenotare.  Non è previsto un accesso per i disabili al rifugio antiaereo.
Infoline:  eventi@terradamare.org –  www.terradamare.org/infoline
Evento facebook: www.facebook.com/events/1372737632815194 


 

Il 13 e 14 maggio 2017, sarà di nuovo aperto al pubblico il rifugio antiaereo della seconda guerra mondiale sotto Piazza Pretoria.
A condurre le visite, due guide speciali: i giovani storici Samuel Romeo e Wilfried Rothier, che racconteranno in maniera originale la storia del rifugio.
In occasione di queste aperture, sabato 13 maggio alle ore 16, sarà possibile assistere alla presentazione e dimostrazione di una macchina Enigma funzionante, che avrà luogo nella sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile.

Evento correlato
sabato 13 maggio 2017 ore 16:00: Sala delle Lapidi. Presentazione e dimostrazione di una macchina Enigma funzionante.
Questo è uno dei pochissimi esemplari sopravvissuti in Italia dopo la Seconda guerra mondiale, la Guardia di Finanza ha fatto in modo che si conservasse in ottime condizioni mettendola anche in funzione. In occasione del convegno che organizzeremo sull’argomento, vorremmo fare oltre ad alcuni cenni storici, una dimostrazione pratica sul funzionamento della macchina Enigma.
Data la rarità e l’importanza di questa macchina che tutt’oggi ci lascia in eredità innovazioni tecnologiche nate da ricerche correlate, vorremmo che tutti i cittadini siano informati sulla presentazione di questa grande scoperta nella nostra città.

Chiedi informazioni
[contact-form-7 404 "Non trovato"]
Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale
Sotto Piazza Pretoria si trova un rifugio antiaereo sotterraneo che risale al Secondo conflitto mondiale. I rifugi antiaerei noti anche come “ricoveri” venivano utilizzati dalla popolazione per proteggersi dai bombardamenti aerei. 
Nel 1935 l’amministrazione di Palermo si trovò a dover creare ricoveri antiaerei per proteggere i cittadini da un conflitto imminente.
La costruzione di questi rispettava una direttiva del Ministero della guerra (1935) che ordinava di costruire nuovi ricoveri o di adeguare vecchi edifici nei fabbricati di sua proprietà. 
Oggi solo un ingresso è rimasto utilizzabile: un varco sul muro all’interno del Palazzo delle Aquile, gli altri due vecchi ingressi erano originariamente situati vicino alle statue dei leoni presenti sulle gradinate della piazza. Questi due ingressi furono successivamente chiusi.
La visita di questo luogo immutato permette di effettuare un tuffo nel passato dei nostri genitori e nonni che hanno sopportato uno dei momenti più brutti del XX secolo.
La visita si arricchisce sempre degli aneddoti dei visitatori che riportano la storia della nonna, del papà… immergendoci sempre di più nella realtà di una città martoriata dalle bombe. 
Il rifugio si presenta ancora nello stato originario di 73 anni fa, le panchine di cemento, i vecchi impianti di luce, i bocchettoni dell’aria arrugginiti, i bagni ormai scardinati e le scritte parietali, rievocano un passato pietoso e triste di una cittadinanza piegata nello spirito e nel fisico dalla guerra.


Organizzato da Ro’n Ro Cult e Terradamare Cooperativa Turistica con la collaborazione della Presidenza del Consiglio Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
0
Torna su