Scopri il racconto turistico di Terradamare. Tutti i week end: itinerari, passeggiate a Ballarò, panorami, visite ai monumenti di Palermo, tour scolastici, tramonti, degustazioni nelle cantine storiche, aperture straordinarie, gite in Sicilia e tanta altra bellezza

Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale

Sotto Piazza Pretoria si trova un rifugio antiaereo sotterraneo che risale al Secondo conflitto mondiale. I rifugi antiaerei noti anche come “ricoveri” venivano utilizzati dalla popolazione per proteggersi dai bombardamenti aerei.
Visite al Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale
Visite al Rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale. Foto Stefano Russo
Nel 1935 l’amministrazione di Palermo si trovò a dover creare ricoveri antiaerei per proteggere i cittadini da un conflitto imminente.
La costruzione di questi rispettava una direttiva del Ministero della guerra (1935) che ordinava di costruire nuovi ricoveri o di adeguare vecchi edifici nei fabbricati di sua proprietà.
Oggi solo un ingresso è rimasto utilizzabile: un varco sul muro all’interno del Palazzo delle Aquile, gli altri due vecchi ingressi erano originariamente situati vicino alle statue dei leoni presenti sulle gradinate della piazza. Questi due ingressi furono successivamente chiusi.

La visita di questo luogo immutato permette di effettuare un tuffo nel passato dei nostri genitori e nonni che hanno sopportato uno dei momenti più brutti del XX secolo.

Il rifugio si presenta ancora nello stato originario di 73 anni fa, le panchine di cemento, i vecchi impianti di luce, i bocchettoni dell’aria arrugginiti, i bagni ormai scardinati e le scritte parietali, rievocano un passato pietoso e triste di una cittadinanza piegata nello spirito e nel fisico dalla guerra.

LEGGI ANCHE:

CONTENUTI IN EVIDENZA

I NOSTRI EVENTI BEST SELLER

Translate »
0
    0
    Il tuo carrello
    Your cart is emptyReturn to Shop
    Torna in alto